Salerno di notte

Salerno di notte
SALERNO SENSACIONAL

domenica 15 gennaio 2017

SCAVIAMO PER TROVARE GEMME SPIRITUALI: EZECHIELE 28-31


Cosa avete imparato su Geova dai capitoli in programma questa settimana?



Ezechiele  28:26
 “ E realmente vi dimoreranno al sicuro ed edificheranno case e pianteranno vigne, e dovranno dimorare al sicuro quando eseguirò atti di giudizio su tutti quelli che li trattano con disprezzo tutt’intorno a loro; e dovranno conoscere che io sono Geova loro Dio…"

Le promesse di restaurazione di Geova avranno un adempimento maggiore, e a livello mondiale, quando in tutta la terra abitata ci sarà il governo di suo figlio Cristo.

……………………………………

Ezechiele 31:8
“ [Altri] cedri non lo uguagliavano nel giardino di Dio. In quanto ai ginepri, non avevano alcuna somiglianza con i suoi rami. E i platani stessi non gli erano simili nei ramoscelli. Nessun [altro] albero del giardino di Dio gli somigliava per bellezza…”

COME il “cedro del Libano” la struttura politica umana di questo sistema sembra più bella di qualsiasi altra cosa. Essa ha prodotto molti rami ricchi di ombroso fogliame, in modo da coprire e proteggere i bisogni politici di tutte le nazioni del mondo. Ogni nazione vorrebbe essere una potenza mondiale per dominare tutte le altre nazioni.

 Ricordiamo le parole di Rivelazione:
“ E adorarono il dragone perché aveva dato l’autorità alla bestia selvaggia, e adorarono la bestia selvaggia con le parole: ‘Chi è simile alla bestia selvaggia, e chi può guerreggiare contro di essa? “

C’è poco da illudersi. Geova presto rivendicherà la sua sovranità sulla terra. 

…………………………………

Quali altre gemme spirituali avete scoperto nei capitoli in programma questa settimana?



Ezechiele 29:4
“ E certamente metterò uncini alle tue mascelle e farò attaccare i pesci dei tuoi canali del Nilo alle tue scaglie. E certamente farò salire di mezzo ai tuoi canali del Nilo te e tutti i pesci dei tuoi canali del Nilo che si attaccano alle tue medesime scaglie…”

Come sono accurate le espressioni Bibliche. 
Lo storico Erodoto (II, 70) afferma che gli Egiziani si servivano di uncini o ami per catturare i coccodrilli e tirarli fuori dell’acqua. 

Geova ha predetto per i nostri giorni qualcosa di simile, metterà uncini alle mascelle di “Gog del paese di Magog” e lo trascinerà all’attacco finale contro il popolo di Dio, e quindi opererà la sua distruzione. 

…………………………………

Ezechiele 29:11-12
“ Non vi passerà il piede dell’uomo terreno, né vi passerà il piede dell’animale domestico, e non sarà abitato per quarant'anni. 
E certamente farò del paese d’Egitto una distesa desolata in mezzo a paesi desolati; e le sue proprie città diverranno una distesa desolata in mezzo a città devastate per quarant'anni; e certamente spargerò gli egiziani fra le nazioni e li disperderò fra i paesi…”

 In quale periodo storico l‘Egitto rimase desolato per 40 anni? 

La storia secolare non ne fa menzione, ma questo potrebbe essere accaduto dopo la distruzione di Gerusalemme avvenuta nel 607 a.E.V. Avvenne allora che il rimanente di Giuda fuggì in Egitto malgrado l‘avvertimento del profeta Geremia. (Geremia 24:1, 8-10; 42:7-22) Così facendo, però, quel rimanente non sfuggì a Nabucodonosor, che salì contro l‘Egitto e lo conquistò. 

Può darsi che i 40 anni di desolazione dell‘Egitto siano iniziati dopo quella conquista. 

…………………………………

Ezech. 30:14
“ E certamente ridurrò Patros a una desolazione e darò fuoco a Zoan ed eseguirò atti di giudizio a No…”

No è il nome biblico di Tebe, una delle famose capitali dell’antico Egitto. Tra le molte rovine templari di Tebe ci sono quelle di Karnak, che si ritiene abbia il colonnato più grande che sia mai stato eretto. Tebe e il tempio di Karnak erano dedicati al culto di Amon, la principale divinità egizia.

Geova pronunciò la condanna contro il faraone d’Egitto e contro i suoi dèi, in particolare contro la divinità principale, “Amon di No”. (Geremia 46:25, 26) La folla degli adoratori che vi affluivano sarebbe stata ‘stroncata’. E così avvenne. Tutto ciò che resta del culto di Amon sono le rovine dei templi. La città moderna di Luxor occupa parte del sito dell’antica Tebe e fra le sue rovine si trovano altri piccoli villaggi.

Questo è un altro esempio dell’accuratezza delle profezie bibliche. Le rovine di Tebe ci danno valide ragioni per aver fiducia nelle profezie bibliche che devono ancora adempiersi. 




Posta un commento